Anbamed, notizie dal Sud Est del Mediterraneo

24 maggio 2021

Rassegna n. 327

Per informazioni e contatti manda un messaggio

Per ascoltare l’audio della rassegna di oggi:

Nella rubrica approfondimenti vi presentiamo due appuntamenti di solidarietà internazionale con il popolo palestinese:

  1. Conferenza stampa per la proposta di riconoscere lo Stato di Palestina (oggi alle 11:30);
  2. Proiezione del cortometraggio palestinese “The Present”, di Farah Nabulsi (giovedì 27 alle 21:00).

Il 31 maggio sarà assegnato, ad uno di voi, il quadro dell’artista e poeta Giovanni Torres La Torre. (per avere ulteriori info sull’artista, clicca qui)

Sostieni Anbamed

Questa rassegna sopravvive grazie ai contributi dei suoi lettori e ascoltatori.

Ricordati che anche il più grande oceano è fatto di gocce!

Ecco i dati per il versamento:

Associazione Anbamed, aps per la Multiculturalità

Banca di Credito Cooperativo della Valle del Fitalia

Iban: IT33U0891382490000000500793

Bic: ICRAITRRPDO

I titoli

Palestina Occupata: Irruzione di coloni nei luoghi sacri islamici a Gerusalemme Est. La polizia ha arrestato 6 addetti di Al-Aqsa.

Iraq: Quattro deputati e decine di politici accusati di corruzione.

Iran: “La proroga per le ispezioni dell’AIEA è conclusa”. Di nuovo braccio di ferro sul nucleare iraniano.

Egitto: La nave Evergreen rimane sotto sequestro. Canale di Suez chiede quasi un miliardo di dollari di danni.

Algeria: Parte la campagna elettorale. Giro di vite contro le proteste popolari.

Le notizie

Palestina Occupata

Ieri si è concluso il divieto ai coloni di entrare nelle spianate delle moschee a Gerusalemme Est. Centinaia di coloni hanno fatto irruzione nei luoghi sacri islamici, protetti da uno schieramento di polizia senza precedenti. Negli scontri avvenuti 20 palestinesi sono rimasti feriti dal lancio di lacrimogeni e pallottole e 6 funzionari della moschea Al-Aqsa sono stati arrestati. L’autorità nazionale palestinese ha chiesto la fine delle provocazioni israeliane e si è appellata alla comunità internazionale per far pressioni su Tel Aviv.

L’aggressione israeliana su Gaza ed il livello di devastazione compiuto, in particolar modo con la abbattimento dei palazzi della stampa, hanno scosso molte coscienze nel mondo e dato un nuovo respiro alla solidarietà internazionale con la causa palestinese. Si sono svolte enormi manifestazioni nelle capitali europee e asiatiche. La condanna dell’Apartheid a Gerusalemme Est, espressa da molte personalità dello spettacolo e dello sport, ha indotto alcune associazioni pro Israele negli Stati Uniti ad acquistare pagine di pubblicità sui quotidiani, per accusare di antisemitismo chiunque critichi i crimini di Tel Aviv.

Iraq

La Commissione d’inchiesta sulla corruzione ha avanzato alla magistratura la richiesta di arresto per alcuni parlamentari e il divieto di espatriare a un gruppo di politici. Non sono stati resi noti i nomi degli interessati dalla procedura. Il presidente del Parlamento, Burhom Saleh, ha sottolineato che la corruzione ha sottratto alle casse dello Stato centinaia di miliardi di dollari e che per poter recuperare una parte di queste perdite è necessaria la collaborazione delle istituzioni finanziarie ed economiche internazionali. “Dal 2003 – ha detto Burhom Saleh – le tangenti accertate, versate su conti esteri per le importazioni statali, in particolare nel settore della difesa, sono di 150 miliardi”.

Iran

Il presidente del Parlamento iraniano ha annunciato che da ieri l’AIEA non avrà più accesso ai dati delle videocamere di controllo delle centrali nucleari ed ai dati delle lavorazioni in esse”. Lo scorso febbraio, Teheran aveva raggiunto un accordo per il prolungamento delle ispezioni per altri tre mesi che sono scaduti sabato. Un esponente dell’ente nucleare iraniano ha espresso la sua convinzione che sarà possibile rinnovare l’accordo con l’AIEA per un altro mese, “ma a certe condizioni”. Le trattative di Vienna vanno avanti tra alti e bassi, ma sembra che un accordo quadro sia già pronto e si sta trattando sui particolari e sulla tempistica. In Iran alla fine di giugno si terranno le elezioni politiche e la questione è argomento di campagna elettorale tra l’ala riformista e quella oscurantista.

Egitto

Il tribunale del Cairo ha respinto il ricorso della società proprietaria della Evengreen, che aveva bloccato il canale di Suez per sei giorni lo scorso marzo. La nave è stata sequestrata dalle autorità egiziane fino al pagamento di una multa di 916,5 milioni di dollari.

Algeria

è partita la campagna elettorale per il voto del 12 giugno. A causa delle restrizioni dell’emergenza sanitaria, i comizi e gli incontri dei candidati si stanno svolgendo prevalentemente in modalità virtuale. Su queste elezioni pende il boicottaggio del movimento di protesta popolare Hirak e di alcuni partiti dell’opposizione laica. Gli esperti prevedono un’affluenza bassa alle urne, ma sicuramente più alta rispetto al 23% registrato nel voto per il referendum sulla modifica alla Costituzione.

Approfondimento

https://www.anbamed.it/2021/05/24/solidarieta-con-la-palestina/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.