Anbamed, notizie dal Sud Est del Mediterraneo

7 Luglio 2021

Rassegna anno II/n. 7

Per informazioni e contatti manda un messaggio

Per ascoltare l’audio della rassegna:

Il Comune di Palermo lancia un’iniziativa per una CONVENZIONE DEI DIRITTI NEL MEDITERRANEO. Partners del progetto: Associazione Un’altra Storia A.P.S – Associazione Agorà degli Abitanti della Terra – Forum Italo Tunisino per la cittadinanza mediterranea. Nella rubrica Approfondimenti pubblichiamo l’appello per le adesioni alle associazioni della società civile dei paesi del Mediterraneo.

Sostieni Anbamed

Questa rassegna sopravvive grazie ai contributi dei suoi lettori e ascoltatori.

Ricordati che anche il più grande oceano è fatto di gocce!

Ecco i dati per il versamento:

Associazione Anbamed, aps per la Multiculturalità

Banca di Credito Cooperativo della Valle del Fitalia

Iban: IT33U0891382490000000500793

Bic: ICRAITRRPDO

I titoli

Afghanistan: Rappresentante ONU incontra i Taliban a Doha per la ripresa delle trattative.

Etiopia: Addis Abeba ha comunicato l’avvio del secondo riempimento della diga Rinascita. Condanna del Cairo.

Iraq: Un drone lanciato contro l’aeroporto di Irbil ha bloccato per diverse ore il traffico civile.

Israele: Non passa per la prima volta alla Knesset la clausola discriminatoria anti-palestinese sulla cittadinanza.

Libano: Appello disperato del premier Diyab alle potenze internazionali per salvare il paese dalla crisi.

Opec: Aumento dei prezzi del greggio dopo il rinvio della seduta dell’Opec+.

Le notizie

Afghanistan

Mentre continuano i combattimenti nel nord del paese, tra annunci contrastanti delle due parti, molti consolati stranieri situati in quella regione sono stati chiusi. Ultima ad annunciare la chiusura del proprio consolato è stata Mosca. Il Pentagono continua il ritiro delle truppe in un modo disordinato, almeno agli occhi degli afgani. Un comandante militare di Kabul ha affermato che la base di Baghram è stata abbandonata senza una consegna ufficiale all’esercito. Per tre giorni la base è stata oggetto di un assalto di ladri alla ricerca di oggetti da vendere al mercato nero. Per avviare le trattative di Doha, il vice ministro degli esteri del Qatar è volato a Kabul per un incontro con il governo, mentre l’inviata speciale dell’ONU ha incontrato la delegazione dei Taliban a Doha. Un portavoce del movimento jihadista ha annunciato una propria proposta per le trattative il prossimo mese, alla conclusione del ritiro delle truppe straniere.

Etiopia

Ieri Addis Abeba ha informato il Cairo di aver iniziato la seconda fase di riempimento dell’invaso della diga “Rinascita”. Immediata la condanna dell’Egitto e del Sudan del passo unilaterale, considerato una provocazione alla vigilia della discussione nel Consiglio di Sicurezza che avverrà domani, su richiesta di Khartoum e del Cairo. Lo scorso anno, la diga ha trattenuto 5 miliardi di metri cubi di acqua e in questa stagione delle piogge è programmato l’utilizzo di oltre 13 miliardi di metri cubi. Egitto e Sudan temono per l’approvvigionamento dell’acqua per uso umano e agricolo. In 10 anni di trattative non è stato ancora raggiunto nessun accordo per un regolamento.

Iraq

Un drone è stato lanciato ieri notte contro la base USA all’aeroporto di Irbil, nel Kurdistan iracheno. Avrebbe causato un incendio in una zona rurale, senza vittime o danni. Fino all’alba di stamattina, l’aeroporto è rimasto chiuso al traffico civile per poi riprendere la normale attività. Gli attacchi contro la presenza statunitense in Iraq sono diventati quotidiani. Due giorni fa è stata colpita la base di Ain Al-Assad nella provincia di Anbar, ad ovest della capitale.

Israele

Alla Knesset, per la prima volta, non viene approvata la clausola discriminatoria anti palestinese, la cosiddetta “Legge della cittadinanza”. L’articolo, che veniva rinnovato ogni anno dal 2005, prevedeva il divieto di concedere la residenza ai familiari palestinesi di cittadini israeliani. Il voto è stato di 59 a favore e 59 contrari, quindi la norma transitoria non è passata. Intento della clausola era quello di impedire ai palestinesi della diaspora, di Gaza o della Cisgiordania di risiedere legalmente in Israele per via matrimoniale. “Apartheid dei sentimenti” lo ha definito un parlamentare palestinese della Knesset.

Libano

Il premier libanese dimissionario, Diyab, ha convocato ieri una conferenza degli ambasciatori a Beirut per rivolgere un appello a salvare il paese dalla catastrofe economico-finanziaria: “Non condizionate i prestiti alla formazione del nuovo governo, perché a pagare questo embargo è la popolazione stremata, non i corrotti”. Diyab ha parlato chiaramente di dissoluzione dello Stato libanese, in mancanza di un piano di salvataggio internazionale.

Opec

La riunione dei paesi petroliferi aderenti all’Opec+ è saltata per i dissidi tra Arabia Saudita e Emirati Arabi Uniti sull’aumento della produzione in risposta alla crescita della richiesta di mercato. L’annuncio della mancata decisione ha fatto lievitare i prezzi petroliferi nelle borse internazionali.

Approfondimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.