Verso una convenzione dei diritti nel mediterraneo”

“Fare del Mediterraneo uno degli spazi creatori di un’umanità che vuole vivere insieme”

Ente Proponente

Comune di Palermo

Partners

Associazione Un’altra Storia A.P.SAssociazione Agorà degli Abitanti della TerraForum Italo Tunisino per la cittadinanza mediterranea

Il mediterraneo, “mare tra le terre”, già sede unica di civiltà, spazio denso di contraddizioni, caratterizzato da percorsi e destini differenti e comuni, condivisi e contrastanti.

Un mare sempre ricco di migrazioni.

Un mare che, nonostante la sua storia complessa, ha più volte evidenziato il senso di una comune “mediterraneità”. Uno specchio d’acqua che è riuscito non di rado a far dialogare popoli, tradizioni, culture presenti nelle sue sponde.

Oggi non mare della speranza, ma spesso luogo della pratica lugubre del contare i morti tra incomprensioni e razzismi. Un mare che presenta uno scenario di divisioni, diffidenze, orrori, luogo di nuove schiavitù.

In tale scenario temi quali il Climate Change, la Pace, la Sicurezza, trattati di solito separatamente, vanno ricondotti ad un approccio sistemico reso possibile dal contributo dato dall’analisi della mobilità umana internazionale.

I grandi flussi migratori ricordano che le prime vittime del Climate Change sono coloro che fuggono dalla desertificazione; le prime vittime della guerra sono coloro che fuggono da guerre locali; le prime vittime dell’insicurezza sono coloro che fuggono da paesi condannati a subire violenze. Le sofferenze dei cosiddetti migranti interpellano e inquietano, dando un possibile contributo ad un nuovo umanesimo e ad una Casa Comune. La mobilità internazionale sta superando la coppia dipendenza/indipendenza con la interdipendenza e il primato della libertà sulla eguaglianza o della eguaglianza sulla libertà con il richiamo al valore della fraternità.

É il momento di un urgente, rinnovato, responsabile, cooperativo protagonismo della società di coscienza civile dell’area mediterranea, di creare o potenziare relazioni tra gruppi, associazioni, movimenti, istituzioni locali a forte vocazione democratica per dare vita ad una vera e propria Agorà degli abitanti del Mediterraneo con cui costruire una CONVENZIONE dei DIRITTI NEL MEDITERRANEO.

Convenzione

Una convenzione che abbia il segno della concretezza, che individui strumenti, tempi e modalità per trasformare l’acqua, la salute, l’alimentazione, la conoscenza, la pace in progetti realizzabili attraverso la loro promozione in quanto BENI COMUNI PUBBLICI dei Popoli del Mediterraneo.

Comitato

Toccherà al “Comitato per la convenzione” lavorare per mettere in opera le azioni proposte nel corso dei prossimi anni.

Il Comitato è costituito da un rappresentante per ogni realtà aderente ed ha il compito di gestire l’intero percorso, dalla preparazione e stesura della Convenzione alla sua attuazione. 

Gruppi di lavoro

I gruppi sono strutturati in 5 aree tematiche: acqua, salute, pace, sapere e conoscenza, alimentazione. Essi hanno il compito di elaborare le tracce di lavoro che costituiranno la base per la stesura della Convenzione. Ogni gruppo individuerà un facilitatore.

Si lavorerà in rete su documenti che si andranno a condividere a partire da un indice iniziale strutturato omogeneamente per le diverse aree tematiche.

Gruppo operativo

Cura l’organizzazione e il raccordo tra i co-promotori e gli aderenti al comitato

Tempistica

  • Lancio dell’iniziativa, adesioni delle realtà del mediterraneo e strutturazione dei gruppi di lavoro dal 1 Maggio al 15 Giugno 2021.
  • Attivazione gruppi di lavoro entro il 30 Giugno 2021 (i gruppi rimangono sempre aperti).
  • Sessioni di lavoro dei Gruppi Tematici dal 1Luglio al 31 ottobre 2021, con elaborazione report.

Evento in presenza e web 2° fine Novembre 2021- due giorni. Il primo, presentazione dei risultati dei lavori dei gruppi incaricati di sintetizzare le proposte concrete da far figurare nella convenzione. Il secondo, integrazione delle proposte e presentazione della “convenzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.