Anbamed, notizie dal Sud Est del Mediterraneo

30 dicembre 2021

Rassegna anno II/n. 181

Per informazioni e contatti manda un messaggio

Per ascoltare l’audio:

La pagina delle vignette è QUI

È sul sito la puntata n. 5 della rubrica Echi dalla stampa araba, curata da Francesca Martino. (Qui)

Sostieni Anbamed

Questa rassegna sopravvive grazie ai contributi dei suoi lettori e ascoltatori.

Ricordati che anche il più grande oceano è fatto di gocce!

Ecco i dati per il versamento:

Associazione Anbamed, aps per la Multiculturalità

Banca di Credito Cooperativo della Valle del Fitalia

Iban: IT33U0891382490000000500793

Bic: ICRAITRRPDO

I titoli

Palestina-Israele: Visita di Abbas alla residenza di Gantz, ma non è un avvio del negoziato politico.

Palestina Occupata: Israele si appropria delle terre di un villaggio vicino a Betlemme.

Iraq: Isis torna a colpire. Un generale della polizia è stato sgozzato a Hamrin.

Tunisia: Aperte le indagini sulla morte sospetta dell’ex presidente Essebsi.

Tunisia 2: Incendio doloso, a Sousse, nel deposito dei rifiuti solidi urbani italiani.

Grecia: Terremoto di magnitudo 5,7 al largo dell’isola di Creta. Avvertito anche in Egitto.

Libia: Arrestata ministra della Cultura per malversazione di denaro pubblico.

Le notizie

Palestina-Israele

Il presidente dell’Autorità Nazionale palestinese Abbas ha fatto visita a Tel Aviv al ministro della difesa israeliano Gantz. La parte israeliana ha affermato che “il presidente palestinese ha confermato la cooperazione in materia di sicurezza”, che significa la consegna dei militanti palestinesi ricercati da Israele. Il comunicato palestinese invece sostiene che “sono stati discussi gli orizzonti politici per la ripresa del negoziato verso una soluzione, nel rispetto della legalità internazionale ed in particolare sono state affrontate le aggressioni dei coloni contro la popolazione palestinese”. Dopo questo incontro – il primo di Abbas con un membro del governo israeliano – l’ANP otterrà agevolazioni finanziarie e commerciali per ridurre le difficoltà economiche. Tutte le altre organizzazioni palestinesi, al di fuori di Fatah, hanno condannato l’incontro che è stato visto come un grave cedimento all’arroganza di Israele, in cambio di briciole. Non sfugge la disparità delle cariche dei due esponenti. Anche in campo israeliano non sono mancate le critiche a Gantz da parte dell’estrema destra dei coloni. È nota la divergenza tra il ministro della difesa e lo stesso premier Bennett sul proseguimento del negoziato con l’ANP. L’incontro infatti si è tenuto nella residenza di Gantz a Rosh Ha’ayin e non in una sede istituzionale, come se fosse una visita privata.

La stampa israeliana scrive che l’Amministrazione Biden sta studiando la riapertura degli uffici dell’OLP a Washington e di aumentare il sostegno finanziario all’ANP, come “risarcimento politico” alla mancata riapertura del consolato USA a Gerusalemme Est.

Palestina Occupata

Gli abitanti del villaggio di Welja sono minacciati di sfollamento coercitivo da parte delle autorità di occupazione. Il villaggio si trova nel distretto di Betlemme, ma la maggior parte dei suoi terreni agricoli sono stati annessi al municipio di Gerusalemme e quelle rimanenti sono state confiscate per la costruzione di strade al servizio delle colonie ebraiche. A completare il piano di sostituzione etnica israeliano sono arrivati adesso gli avvisi di demolizione per 50 abitazioni dove vivono circa 600 persone, che senza casa e senza terre da coltivare dovranno andarsene via.

A Gaza un bombardamento dell’artiglieria israeliana ha ferito tre agricoltori palestinesi, mentre lavoravano le loro terre vicino alla rete di separazione. In mattinata un cecchino palestinese aveva ferito un soldato israeliano.  

Iraq

Un alto ufficiale del Ministero dell’Interno, generale Yasser Jourani, è stato sgozzato dall’Isis, dopo alcuni giorni del suo rapimento insieme ad altri nella zona di Hamrin, ad est della capitale. Lo hanno annunciato sui social alcuni account fiancheggiatori della rete terroristica, postando un video nel quale si vedeva Jourani vestito con una tuta arancione in ginocchio e dietro di lui un miliziano con in mano un kalashnikov. Nel video non si vede l’azione criminale di sgozzamento, ma l’esercito ha confermato l’avvenuto crimine.

Tunisia

La ministra della Giustizia, Leila Jaffal, ha chiesto alla procura generale di avviare le indagini sulle circostanze della morte dell’ex presidente della Repubblica, Qaed Essebsi, morto il 25 luglio 2019. L’apertura delle indagini si è resa obbligatoria in seguito alla testimonianza, messa in onda durante una trasmissione televisiva, sulla morte per avvelenamento dell’ex presidente. Il figlio, Hafez, ha espresso soddisfazione per l’apertura delle indagini malgrado il rammarico per il ritardo di questo passo. Hafez Essebsi ha dichiarato di aver denunciato a suo tempo i sospetti della famiglia, ma ha ricevuto pressioni e minacce velate che lo hanno costretto ad abbandonare il paese.

Tunisia 2

I vigili del fuoco hanno faticato per oltre due ore a spegnere le fiamme divampate nel deposito dei container contenenti i rifiuti solidi urbani italiani. I media locali riferiscono che l’orientamento degli inquirenti è quello di aprire indagini per dolo. La vicenda dei container di rifiuti solidi urbani italiani è stata al centro di uno scandalo che ha investito ben due ex ministri dell’ambiente tunisini, la società importatrice tunisina e quella esportatrice italiana, della regione Campania. Sono accatastati nel porto di Sousse, da un anno e mezzo, oltre 120 container e altri 50 a Sakina. La Tunisia chiede che l’Italia riprenda i rifiuti, ma da Roma fanno spallucce. Per risolvere il contenzioso in modo sbrigativo, qualcuno ha pensato che sarebbe stato più semplice bruciare i rifiuti, fregandosene di tutto il danno ambientale e della salute dei cittadini.   

Grecia

Un terremoto di magnitudo 5,7 ha colpito l’isola di Creta e i suoi effetti sono stati avvertiti anche nelle città egiziane. La protezione civile greca ha informato che non ci sono state vittime o danni gravi, ma soltanto alcune crepe nei muri delle vecchie costruzioni e molta paura. Il baricentro è stato registrato in mare al largo dell’Isola.

Libia

La ministra della Cultura, Mabruoka Toghi, è stata arrestata nel quadro delle indagini sulle malversazioni di denaro pubblico per la ristrutturazione della biblioteca nazionale a Tripoli. Le indagini sono partite dopo la segnalazione del Ministero delle Finanze su irregolarità riscontrate nel bando di appalto. Il pubblico ministero incaricato, dopo avere sequestrato le carte, ha scoperto che nel 2021 non c’è stata nessuna ristrutturazione nella biblioteca nazionale, perché era stata già messa a nuovo nel 2020 e che la documentazione della spesa era falsa. La ministra – secondo la procura – non poteva non sapere.

==============================================

Se continuiamo a tenere vivo questo spazio è grazie a te. Anche un piccolo contributo per noi significa molto. Torna presto a leggerci ed ascoltarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.