Anbamed, notizie dal Sud Est del Mediterraneo

09 febbraio 2022  

Rassegna anno III/n. 039

Per informazioni e contatti manda un messaggio

Per ascoltare l’audio:

Le vignette sono QUI

Il calendario ARCI 2022 è dedicato alle donne afghane. Per saperne di più: vai sul sito ARCI

Nella rubrica Approfondimenti pubblichiamo il materiale preparatorio per le manifestazioni, organizzate in tutto il mondo il 12 febbraio, per la liberazione di Apo Ocalan; in Italia, le principali si terranno a Roma e Milano. “Anbamed, aps per la Multiculturalità” ha aderito ed alla manifestazione di Milano sarà rappresentata dal presidente.

Sostieni Anbamed

Questa rassegna sopravvive grazie ai contributi dei suoi lettori e ascoltatori.

Ricordati che anche il più grande oceano è fatto di gocce!

Ecco i dati per il versamento:

Associazione Anbamed, aps per la Multiculturalità

Banca di Credito Cooperativo della Valle del Fitalia

Iban: IT33U0891382490000000500793

Bic: ICRAITRRPDO

I titoli

Siria: Attacco missilistico israeliano nei dintorni di Damasco.

Palestina occupata: Un atto di terrorismo di Stato israeliano a Nablus.

Tunisia: Due giorni di sciopero dei giudici contro il congelamento del CSM.

Bahrein: Sei minorenni incarcerati da due mesi, senza contatti con i familiari.

Emirati arabi Uniti: Un’esplosione nel centro di Abu Dhabi.

Egitto: È morto il “vignettista del popolo”, Jamal Hasanin.

Le notizie

Siria

L’esercito israeliano ha compiuto un attacco contro la capitale siriana Damasco con missili aria-terra, provenienti dallo spazio aereo libanese, e missili terra-terra partiti dal Golan occupato. Tel Aviv sostiene che è la risposta al lancio di un razzo verso il territorio israeliano. L’agenzia stampa siriana, Sana, ha informato che le difese aeree hanno risposto al fuoco e abbattuto una parte dei missili. Ci sarebbero un morto e 5 feriti oltre ai danni materiali.

Palestina occupata

Un atto di terrorismo dell’esercito israeliano nel centro di Nablus. Un gruppo di uomini armati, su due auto civili con targhe palestinesi, ha bloccato una macchina con a bordo 3 giovani palestinesi disarmati. Quando questi sono usciti dall’abitacolo, li hanno freddati. Gli assalitori sono riusciti a far perdere le proprie tracce. Il movimento Al Fatah ha denunciato che tre suoi militanti sono stati assassinati in un’esecuzione extragiudiziale da parte dell’esercito israeliano. Il ministro della difesa di Tel Aviv ha elogiato il lavoro dei soldati contro “una cellula che ha seminato il terrore tra i soldati in almeno 6 attacchi”.

Tunisia

I giudici hanno dichiarato due giorni di sciopero contro le misure, decise dal presidente Saied, di congelare il Consiglio Superiore della Magistratura. Giovedì verrà organizzato un presidio davanti alla sede del CSM, che da ieri è chiusa da parte delle forze di sicurezza. Il capo dello Stato ha motivato il suo passo con la necessità di combattere la corruzione dilagante e l’uso politico delle istituzioni giudiziarie. “Molti processi sono stati pilotati, rendendo i cittadini non più uguali davanti alla legge”, ha detto. Tra gli esempi che ha citato le deviazioni nel processo per l’assassinio dei dirigenti politici di sinistra Belied e Brahimi, che – ha accusato il capo dello Stato – “da nove anni il processo è fermo e molte prove sono state occultate”. Le famiglie di Belied e Brahimi hanno convocato una conferenza stampa, per oggi, per svelare le informazioni che inchiodano la struttura parallela clandestina del partito islamista Ennahda, che sarebbe dietro i due agguati.

Bahrein

La polizia del Bahrein tiene prigionieri, in una struttura adibita ad orfanotrofio, 6 bambini dell’età tra 14 e 15 anni. Ai loro familiari sono state impedite le visite o di assistere agli interrogatori. I genitori non sono stati informati sulle accuse rivolte. Sono due mesi che l’arresto dei sei ragazzi viene rinnovato di settimana in settimana. L’avvocato di fiducia nominato dal tribunale ha detto di non aver potuto parlare con i ragazzi e che le accuse rivolte a loro hanno cambiato nel corso delle indagini, da incendio in una struttura privata all’attacco con una molotov contro un commissariato di polizia. Human Rights Watch e l’Istituto del Bahrein per i Diritti e la Democrazia, le due organizzazioni che hanno denunciato i fatti, chiedono l’immediata scarcerazione dei minori.

Emirati Arabi Uniti

Un’esplosione nel centro di Abu Dhabi ha creato, ieri, timori per un attacco con droni da parte degli Houthi yemeniti. È stata notata una forte mobilitazione delle forze di sicurezza e della protezione civile. L’agenzia stampa ufficiale ha comunicato che si è trattato dell’esplosione di una bombola di gas. L’ambasciata USA, invece, ha comunicato ai cittadini statunitensi di prendere tutte le precauzioni, nel timore di un attacco con droni o missili balistici.

Egitto

È morto il vignettista, Jamal Hasanine. Da decenni è stato la matita del quotidiano dell’opposizione di sinistra, Al-Ahaly. “La semplicità profonda” veniva chiamata la sua satira, espressa in tavole dalle linee comprensibili al popolo non colto, ma che esprimono concetti fondamentali della visione progressista della società. Ha usato l’ironia come grimaldello per smascherare i giochi del potere.

Approfondimento

Il tempo della libertà è arrivato: Appello per una mobilitazione in Italia il 12 febbraio per la liberazione di Abdullah Öcalan

Echi della stampa araba n. 11

In questa rubrica riprendiamo in sintesi, ma fedelmente, opinioni, commenti ed editoriali apparsi sulla stampa araba, che valutiamo siano di un certo interesse per il lettore italiano.

La pubblicazione non significa affatto la condivisione delle idee espresse.

==============================================

Se continuiamo a tenere vivo questo spazio è grazie a te. Anche un piccolo contributo per noi significa molto. Torna presto a leggerci ed ascoltarci.

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.